14/10/2021

NEWS N° 530 OTTOBRE 2021 – GREEN PASS – ULTERIORI IMPORTANTI NOVITA’

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Federico Bonini (federicobonini@atseco.it)
Reggio Emilia, 14 ottobre 2021

In relazione alle ns. news n° 525, news n° 527 e news n° 528, riferiamo di ulteriori novità emerse nelle ultime 24 ore.

Sono state pubblicate sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri le  Faq (Frequently Asked Question) sui due DPCM emanati in data 12/10/2021:
1) Linee Guida in materia di condotta delle Pubbliche Amministrazioni per l’applicazione della disciplina in materia di obbligo di possesso e di esibizione della Certificazione Verde COVID-19 da parte del personale.

2) Modifiche al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 17 giugno 2021, recante «Disposizioni attuative dell’articolo 9, comma 10, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19″».  (https://www.governo.it/it/articolo/green-pass-faq-sui-dpcm-firmati-dal-presidente-draghi/18223).

Premesso che i DPCM di cui si parla al momento in cui si scrive non sono ancora stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dunque non hanno alcuna validità, ma che, con tutta probabilità, ciò avverrà entro il giorno 15/10/2021, riepiloghiamo le novità a nostro avviso più interessanti:

1) I datori di lavori pubblici e privati in base alle proprie esigenze organizzative potranno richiedere ai lavoratori di comunicare con anticipo l’assenza del green pass. Dunque le imprese potranno diramare una comunicazione ai lavoratori imponendogli di segnalare per tempo la condizione di assenza di un green pass valido. I lavoratori saranno quindi obbligati a comunicare l’assenza del green pass valido con il preavviso ritenuto congruo dall’impresa. Al momento non è stato stabilito un preavviso massimo, dunque potrà essere ampio a discrezione dell’azienda, (Anticipazioni di stampa parlano però di una ulteriore modifica per limitarlo al massino a 48 ore).

Questa norma è già vigente in quanto contenuta anche nell’art. 3 del D.L. n° 139 del 8/10/2021. (G.U n° 241 del 8/10/2021)

2) Il lavoratore che pur avendo effettuato quanto previsto per il rilascio del green pass, come il vaccino o tampone, per ritardi della piattaforma informatica non ne fosse ancora in possesso, potrà esibire in sostituzione del green pass il documento cartaceo rilasciato dalla farmacia o dal medico o dalle altre strutture autorizzate. Tale documento sarà sostituivo del green pass fino al rilascio ufficiale nell’ambito delle scadenze previste dalle norme. (vaccino 12 mesi, tampone 48/72 ore a seconda del tipo).

3) Sono state previste e autorizzate nuove modalità per semplificare i controlli (Allegato H DPCM 17/06/2021):
– controlli del green pass con l’ausilio di lettori ottici automatizzati (c.d. Totem), sotto la sorveglianza di un incaricato al controllo;
– integrazione di database pubblici (NOiPa, INPS, ecc) per la verifica automatizzata dell’intera lista dei lavoratori dipendenti. In sostanza quando le applicazioni saranno funzionanti, la verifica potrà essere fatto da un incaricato al controllo, accedendo quotidianamente ad un portale che mostrerà in tempo reale la condizione rispetto al green pass di tutto il personale facente parte dell’impresa (Green Pass assente/verde/rosso). In questo caso è evidente che non sarà più necessario effettuare controlli all’accesso o durante l’orario di lavoro, ma solo assicurarsi che i lavoratori non in regola con il green pass non accedano al luogo di lavoro. Al momento questa possibilità è stata concessa alla pubblica amministrazione e alle aziende private con più di 50 dipendenti.

Le novità di cui ai punti 2 e 3 sono contenute nell’art. 1 comma 1 lett. q) del DPCM 12/10/2021 (modifica dell’art. 13 e degli allegati del DPCM 17/06/2021) apparso ieri sul sito della Presidenza del Consigli che sarà vigente al momento della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
(https://www.governo.it/it/articolo/green-pass-il-presidente-draghi-firma-il-dpcm-sulle-verifiche-ambito-lavorativo/18222)